MO allaseconda

Moallaseconda nasce e vive a Prato. Moallaseconda vive, riflette, respira, agisce, modifica, spazia, osserva quello che gli sta intorno, condizionato dagli innumerevoli segni e situazioni che gli si posano davanti, spesso casuali e che in seguito si riflettono inconsciamente sulle proprie cre-azioni. Dopo un percorso iniziale, che lo ha portato a misurarsi da subito con la strada, attraverso interventi spesso notturni e con un approccio più figurativo, il lavoro odierno si è spinto necessariamente più oltre, basato sulla ricerca della materia, affascinato dalla forma e con un attenzione particolare, quasi ossessiva, sulla ricerca diversa di texture o trame, una ricerca intrinseca alla casualità, una casualità che riflette la propria vita e quello che sta' intorno, semplicemente osservando, con la semplicità di saper cogliere i segni che ci circondano. Segni creati dal nulla, o da loro stessi, che ci sono, ma spesso nessuno osserva, o vengono osservati in altro modo. Questa è la base che lo sta accompagnando in qualsiasi suo lavoro, che vada da un murales, da una stampa o da un installazione. Volto alla sperimentazione di stampa, si concentra sulla tecnica del monotipo, da dove parte una ricerca di materiali, spesso trovati per strada, usati per stampare e creare nuove trame/texture. Questo lo porta ad avvicinarsi molto di più alla materia in senso fisico. Inizia ad usarla direttamente, creando delle installazioni casuali-naturali di materia, con materiali trovati in strada o in luoghi abbandonati, agendo direttamente sul territorio, collegato alle radici del mondo murale.